mercoledì, gennaio 02, 2008

Citazione #3


Un albero verde [...] uno sfondo di frumento [...] il campanile.
Un'altra bomba, poi un'altra, dieci, venti [...]. Mai come nel silenzio della notte, quando la trincea dorme e dieci metri più in là c'è l'agguato del buio e delle bombe si sente la presenza della guerra [...].
La guerra non è in ciò che si crede da lontano la sua realtà tremenda e che da vicino in fondo è una povera cosa che fa pochissima impressione; ma è - come sentì bene il Tolstoj - in quel curioso spazio al di là della propria trincea, silenzioso, placido, col suo grano che matura senza scopo. È quel senso di sicura morte che c'è più in là dove pure c'è il sole e le strade secolari e le case dei contadini.



Scipio Slataper (Trieste, 14 luglio 1888 - Monte Calvario, 3 dicembre 1915), scrittore.
Un estratto del suo diario. Morì qualche giorno dopo, in trincea.